Formazione tra teoria e pratica

L’articolo 66 del D.Lgs. 81/2008 stabilisce che è severamente proibito far accedere lavoratori in tutti quei luoghi ove sia possibile il rilascio di gas deleteri per la salute e sicurezza del lavoratore. A volte, però, il lavoro in questi ambienti si rende necessario. Perché ciò possa avvenire, deve essere effettuata a monte un’attenta valutazione dei rischi che certifichi l’assenza di pericoli.  Quando possa esservi dubbio sulla pericolosità dell’atmosfera, i lavoratori devono essere legati con cintura di sicurezza, vigilati per tutta la durata del lavoro e, ove occorra, forniti di apparecchi di protezione.

Il Decreto del Presidente della Repubblica 177 del 2011 interviene puntualmente a completamento della normativa, nascendo con il chiaro intento di arginare le purtroppo numerose morti sul lavoro causate dagli ambienti confinati o sospetti di inquinamento, stabilendo precisi requisiti per la qualificazione delle imprese esecutrici di lavori all’interno di spazi confinati (come pozzi, serbatoi, silos, cunicoli, ecc...) e specificando la necessaria attività di informazione e formazione di tutto il personale, ivi compreso il datore di lavoro ove impiegato per attività lavorative in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, specificamente mirato alla conoscenza dei fattori di rischio propri di tali attività, oggetto di verifica di apprendimento e aggiornamento.

In un quadro giuridico-normativo ben definito e strutturato, Aifos Service fornisce un importante servizio di formazione alle aziende che devono impiegare lavoratori in spazi confinati o sospetti di inquinamento, fornendo alle varie figure aziendali (operatore, preposto, dirigente) nozioni pratiche e teoriche per operare in sicurezza.

In particolare, i temi più importanti affrontati prima da un punto di vista teorico e poi con esercitazioni pratiche sono il corretto utilizzo e manutenzione dei DPI di terza categoria per le vie respiratorie, la gestione delle emergenze e del primo soccorso. Non mancano anche la disamina degli imprescindibili riferimenti legislativi e normativi, l’illustrazione degli obblighi dei soggetti responsabili, la presentazione dei principali ruoli e mansioni, della documentazione e dei moduli obbligatori.

Gli ambienti e spazi confinati o sospetti di inquinamento sono luoghi di lavoro molto pericolosi, e ne è tristemente riprova il numero sempre elevato di incidenti mortali di cui sono luogo in tutto il Paese. Tuttavia, i numerosi rischi che presentano (tra i principali anossia, rischio di incendio ed esplosione, microclima, cadute dall’alto) possono essere arginati grazie al rigoroso rispetto di alcune procedure di sicurezza che i formatori di Aifos Service mostrano ai corsisti con una serie di esercitazioni pratiche svolte fino al perfetto apprendimento delle manovre.

Il nostro principale interesse, infatti, è rivolto all’efficacia e all’effettività della formazione. Vogliamo che i lavoratori che formiamo siano consci dei rischi a cui sono soggetti, ma altrettanto consapevoli che l’applicazione di rigidi protocolli operativi e di emergenza è la chiave che apre le porte di spazi ed ambienti confinati.