Progetto Red Sport Business

Comunicazione e immagine secondo Aifos Service

Creare un nuovo modello di business tra le società sportive e le aziende che scelgono di investire nel mondo dello sport è un’esigenza sempre più avvertita tra le imprese che si propongono come sponsor e intendono così trarre un giovamento in termini di immagine, di notorietà, di visibilità.

«Un’esigenza che Aifos Service avverte particolarmente, dal momento che le nostre sponsorizzazioni (o meglio partnership) sono improntate soprattutto alla diffusione della cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita» spiega il dott. Francesco Naviglio, Presidente di Aifos Service.

Ecco perché la nostra società cooperativa ha abbracciato con entusiasmo il progetto Red Sport Business, ideato dall’agenzia di comunicazione e marketing Tofu & Peperoncino, che è stato presentato in conferenza stampa mercoledì 6 aprile alle ore 11 presso il Ristorante Pizzeria “I Silvani” (Via Triumplina, 86 a Brescia).

«Oggi le aziende ponderano e dispongono un vero e proprio investimento, sia esso economico, di cambio merce, o altra natura, verso le società sportive – spiega Luca Beccalossi, fondatore insieme a Paola Quarena di Tofu & Peperoncino – tale investimento è ormai spesso legato al ritorno in comunicazione, immagine e brand positioning che un’azienda si aspetta di ricevere da una società sportiva. Ecco perché la nostra agenzia ha ideato questo progetto operativo, dopo diversi anni di esperienza nel settore sportivo: vogliamo essere l’elemento di collegamento diretto, e quindi il garante di una metodologia di lavoro premiante, tra aziende che vogliono investire nello sport e società sportive che hanno bisogno di investimenti per pianificare le proprie attività».


La Conferenza Stampa è stata anche l’occasione per presentare una nuova collaborazione tra Aifos Service e l’Associazione sportiva dilettantistica Brescia Waterpolo, rappresentata nell’occasione dal Presidente Gianluca Fiorese.

«Una nuova disciplina sportiva entra a far parte del network» l’annuncio del dott. Naviglio. «Siamo certi che anche con la pallanuoto instaureremo un rapporto costruttivo, fatto di reciproco scambio di valori, idee, stimoli».