Le olimpiadi della sicurezza

Il 28 maggio a Brescia

Nel rugby il terzo tempo è un tradizionale incontro, dopo la gara, tra i giocatori delle due squadre. Non è solo un momento conviviale per stare assieme e stemperare ogni forma di tensione, ma è anche un momento di socializzazione, di scambio di informazioni, di crescita e miglioramento del benessere psico-fisico.

E il benessere di ogni giovane sportivo passa necessariamente anche attraverso la conoscenza dei tanti pericoli che lo circondano. Ad esempio nei luoghi di vita dove avviene ancora oggi il maggior numero di incidenti e infortuni, ma anche sulle strade dove sono troppi gli infortuni mortali che avvengono per errori e disattenzioni. Senza dimenticare gli infortuni che possono avvenire nelle attività sportive e, specialmente, nelle attività di lavoro.

Riguardo al mondo del lavoro ricordiamo che nel 2015 l'Inail ha registrato più di 632 mila denunce d’infortunio e 1.172 denunce d’infortunio mortale. E se, rispetto all’anno precedente, gli infortuni hanno avuto un modesto calo, quelli mortali sono invece in sensibile crescita (+16%).

Proprio in virtù dei risvolti formativi e didattici dell’attività sportiva e della necessità di parlare di sicurezza nei luoghi di vita e lavoro, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) ha organizzato per il pomeriggio del 28 maggio 2016 a Brescia la manifestazione “Il terzo tempo – Le olimpiadi della sicurezza”.

Durante questo evento, dedicato ai giovani delle realtà sostenute dal Network AiFOS ‘Giovani, Cultura e Sport’, si incontreranno le rappresentanze dei settori giovanili di Basket Brescia Leonessa, ASD Giovanili Castegnato, ASD Club Scherma Leonessa, CUS Brescia Baseball e Brescia Waterpolo A.s.d.
Durante il terzo tempo, non solo ci si confronterà sulle reciproche discipline sportive praticate, sulle difficoltà e specificità dei rischi psicofisici in gara e in allenamento, ma si affronterà un vero e proprio percorso di sensibilizzazione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro.

Infatti “le olimpiadi della sicurezza – spiega Francesco Naviglio, Presidente di Aifos Service – vogliono far interagire giovani provenienti da ambiti diversi con lo scopo di insegnare loro che si può sempre imparare qualcosa dagli altri, anche da chi svolge attività diverse dalle nostre. Vogliamo trasformare l’incontro in un terzo tempo costruttivo e arricchente per tutti, in grado di dare anche strumenti per una vita più sicura e più consapevole».

L’evento “Il terzo tempo – Le olimpiadi della sicurezza” si terrà sabato 28 maggio 2016, dalle 15.00 alle 19.00, a Brescia presso il CUS Brescia in viale Europa, 39.
Durante l’incontro – che vedrà impegnate cinque società sportive, un’associazione culturale e il Network AiFOS – i formatori e consulenti di Aifos Service si presteranno ad offrire ai ragazzi rudimenti di base circa l’attività di primo soccorso, antincendio e sicurezza domestica.

Un momento di arricchimento, per favorire il benessere dei giovani sportivi, che completerà un pomeriggio che, oltre che dilettevole, si dimostrerà utile e produttivo.
Un pomeriggio che sarà accompagnato anche dalle note dei musicisti in erba dell’Orchestra Giovanile Bresciana che offriranno un saggio delle loro capacità guidati dal Maestro Davide Pozzali.

“Ringraziamo il CUS Brescia” – continua Francesco Naviglio – “che metterà a disposizione alcune delle sue strutture per realizzare questo originale evento e per permettere ai giovani di fare sport e di incontrarsi e socializzare nel terzo tempo. Sarà una giornata ricca di stimoli per i giovani che vi prenderanno parte e un momento rilevante per migliorare la sicurezza nei luoghi di vita e lavoro”.

´╗┐